L’escalation di tensione tra Rabat e Algeri: il protagonismo regionale del Marocco e l’isolamento di Algeri

Il 3 novembre 2021 l’Algeria ha accusato il Marocco di aver condotto un presunto bombardamento ai danni di camion diretti dalla capitale mauritana Nouakchott alla città algerina di Ouargla e della conseguente morte di tre camionisti algerini.

Figura 1. Comunicato della Presidenza algerina del 3 novembre relativo al presunto bombardamento di alcuni camion lungo l'asse Nouakchott – Ouargla. Fonte: Account FB della Presidenza algerina.

Tali accuse, non confermate, si inseriscono in un contesto di progressivo e forte deterioramento delle relazioni politico-diplomatiche tra Algeri e Rabat. Se la questione del Sahara Occidentale e dei rapporti con il Frente Popular de Liberación de Saguía el Hamra y Río de Oro (Fronte POLISARIO) continua a rappresentare la principale e più radicata ragione di contrapposizione tra i due Paesi nordafricani, nel corso del biennio 2020-2021 i rapporti bilaterali tra Rabat e Algeri sono considerevolmente peggiorati anche in ragione di ulteriori specifiche circostanze.  Ci si riferisce in particolare da un lato alla decisione del 10 dicembre 2020 presa dall’allora uscente amministrazione USA Trump, relativa al riconoscimento ufficiale della sovranità marocchina sull’intero territorio del Sahara Occidentale e, parallelamente, alla nuova linea strategica seguita da re Mohammed VI in riferimento ai rapporti con Israele.

Il riconoscimento da parte dell’amministrazione USA della sovranità marocchina sul Sahara Occidentale è stato, infatti, deciso come contropartita rispetto alla firma da parte del Marocco di un accordo per la normalizzazione dei rapporti con Israele nel contesto dei cosiddetti “Accordi di Abramo”. Il processo diplomatico abramitico e l’accordo raggiunto tra Israele e Marocco sono stati interpretati da Algeri come un’aggressione politica e additati esplicitamente come un vero e proprio “casus belli”.

Figura 2. Firma del memorandums of understanding, 25 dicembre 2020. Fonte: Aljazeera.

Proprio nel contesto di tale aumento delle tensioni l’Algeria ha annunciato, a fine agosto 2021, la sospensione dei suoi rapporti diplomatici con Rabat. Tale decisione è stata giustificata facendo riferimento:  al presunto sostegno di Rabat al Mouvement pour l’autonomie de la Kabylie (MAK), inserito nelle liste algerine dei gruppi terroristici; alle dichiarazioni del Ministro degli esteri israeliano, Yair Lapid che, durante una visita ufficiale in Marocco, ha espresso preoccupazione per i segnali di riavvicinamento tra l’Algeria e l’Iran;  al presunto uso da parte di Rabat, contro i funzionari algerini, dello spyware Pegasus sviluppato da Israele.

Download

Ricevi il report completo

Condividi questo articolo
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Seguici
Ultimi articoli