Outlook Asia Pacifico

Relazioni sino-statunitensi e risvolti regionali

Le difficoltà che caratterizzano il rapporto bilaterale tra Stati Uniti e Cina sono di tipo strutturale, non di carattere ciclico, e rappresenteranno dunque un aspetto di rilievo nel corso del 2021.

La politica statunitense verso Pechino non subirà cambiamenti di rilievo, ma sarà ricalibrata, conservando una strategia basata sulla competitività senza però l’orientamento conflittuale manifestatosi durante la presidenza di Donald Trump. Nonostante la nuova amministrazione statunitense guidata da Joe Biden intenda trasformare il generale approccio statunitense verso Pechino e l’Asia, persisteranno le preoccupazioni strategiche verso il Paese asiatico, in particolare per ciò che concerne l’ambito economico. In un intervento pubblicato su «Foreign Affairs» nell’aprile 2020, che preannunciava le linee guida della propria visione politica del rapporto bilaterale, Joe Biden argomentò che gli Stati Uniti dovrebbero costruire un fronte unito con gli alleati per fronteggiare la politica cinese e considerare parallelamente le opportunità di cooperazione su questioni in cui convergono gli interessi delle due potenze.

È improbabile che il governo statunitense aumenti i dazi attualmente in vigore verso i prodotti cinesi, dal momento che l’accordo economico-commerciale di “fase 1” siglato tra Washington e Pechino scadrà nel 2021 e sussistono concrete possibilità di negoziati diretti per una nuova intesa.

Download

Scarica il report completo

Condividi questo articolo
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Seguici
Ultimi articoli

Outlook Pakistan

Il sistema politico-istituzionale pakistano è attualmente contraddistinto da un’aspra contrapposizione